Nella sua vita, solo le pietre gli erano state dolci

Nella sua vita, solo le pietre gli erano state dolci

Ma per Robineau, come per tutti gli uomini, esisteva una piccola luce. Egli aveva provato una grande dolcezza levando dal fondo della sua valigia un sacchetto accuratamente incartato. Lo aveva palleggiato a lungo senza dir nulla, poi, aprendo le mani: «L’ho portato dal Sahara…» L’ispettore era arrossito pel fatto d’osare una simile confidenza. Egli era consolato dei suoi disgusti e delle sue disgrazie coniugali e di tutta quella grigia verità grazie a quei sassolini nerastri che aprivano una porta sul mi-stero.
Arrossì ancor più, e: «Se ne trovan d’uguali al Brasile» disse. E Pellerin aveva picchiato leggermente la spalla d’un ispettore che si curvava sull’At-lantide. Per pudore, Pellerin aveva anche chiesto: «Lei ama la geologia?»
«È la mia passione.» Nella sua vita, solo le pietre gli erano state dolci. (Antoine de Saint’Exupery – Volo di Notte)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...