La legge della vita è il dono di sé

La legge della vita è il dono di sé

Cara Fern, la sua lettera mi ha molto commosso e se potessi prenderei subito il treno per provarle che non è vero che la circondano il gelo e l’ostilità. Ma non capisco perché si trovi tanto male male proprio adesso che sa di poter lavorare nove ore al giorno e quindi pressoché mantenersi. Non ha sempre aspirato all’indipendenza? A meno che Le succeda come tutti: una volta ottenutala, non sa che farne. Si ritorna cioè a quanto Le ho sempre consigliato: si faccia una vita interiore – di studio, di affetti, di interessi umani che non siano soltanto di “arrivare”, ma di “essere” – e vedrà che la vita avrà un significato.
Cara Fern, la solitudine che Lei sente si cura in un solo modo, andando verso la gente e “donando” invece di “ricevere”.
Si tratta di un problema morale prima che sociale e Lei deve imparare a lavorare, a esistere, non solo per sé ma anche per qualche altro, per gli altri.
Fin che uno dice: “Sono solo”, sono “estraneo e sconosciuto”, “sento gelo”, starà sempre peggio. E’ solo che vuole esserlo, se ne ricordi bene. Per vivere una vita piena e ricca bisogna andare verso gli altri, bisogna umiliarsi e servire. E questo è tutto. (Cesare Pavese a Fernanda Pivano 1943)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...