Il fiume e il cavaliere (La Valle dell’Aterno)

Questo slideshow richiede JavaScript.

Discese il cavaliere da cavallo e si tolse l’armatura
e balenò il metallo nella pianura.
E accarezzò la bestia e si diresse al fiume,
scivolò l’elmo a terra sulle piume.

E bevve avidamente dell’acqua del torrente
e vide la ferita ed il suo sangue.

E il fiume gli parlava lentamente, raccontandogli la storia
di un’ansia disperata di vittoria:
“Ricordi la battaglia su quel colle e il tuo furore antico?
Neppure allora hai vinto il tuo nemico.
La pace che tu cerchi, il male che l’assale
combattono da sempre nel tuo cuore.”.

E bevve avidamente dell’acqua del torrente
e vide la ferita ed il suo sangue.

E mentre il sangue suo si univa all’acqua e si scioglieva il cuore
capì ch’era finito il suo vagare.
Allora vide in fondo all’acqua che passava
il volto della pace che cercava.

E bevve avidamente dell’acqua del torrente
e rivide la casa e la sua gente.

Il Fiume e il Cavaliere

Parole e musica di Claudio Chieffo
ottobre 1974
a Vally e Giovanni Riva

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...