Capitolo 1: Waiting

DSC_0377_stitch6 gennaio, festività dell’Epifania. Sono anni che l’ultimo giorno di festa delle vacanze natalizie per me è un giorno di viaggio. Parto nelle ore calde destinazione Roma, la mia sede di lavoro. Non faccio tutta autostrada. L’autostrada ha il pregio di essere veloce, ma il difetto di rendere la guida noiosa e sonnolenta. Sulle strade ordinarie non c’è nessuno e mentre percorro la SS5 Tiburtina in località Gole di San Venanzio dove la strada si appende alla montagna mi vengono alla mente i versi di una vecchia poesia di T.S. Eliot, Il viaggio dei Magi. Il poeta descrive con dovizia di particolari i disagi di un viaggio in pieno inverno. Io immerso nell’aria umida e pungente su di un’asfalto reso viscido dalle piogge a distanza di secoli, viaggio come e con loro.Domani riprende il lavoro a scuola, ma prima che la giornata sia finita ho un ultimo impegno. Ho appuntamento per la prima volta con quella che sarebbe divenuta tempo dopo mia moglie. Ho 48 anni e ho smesso di pianificare la vita. Prendo le cose come vengono. Il matrimonio a questa età non rientra più, se mai lo è stato, tra i miei propositi. Ma di fronte alla trama della vita ho imparato che occorre sempre un briciolo di umiltà. Ho così fatto tesoro di chi la vita la conosce e la sa raccontare meglio di me:Left off the highway and
down the hill. At the
bottom, hang another left.
Keep bearing left. The road
will make a Y. Left again.
There’s a creek on the left.
Keep going. Just before
the road ends, there’ll be
another road. Take it
and no other. Otherwise,
your life will be ruined
forever. There’s a log house
with a shake roof, on the left.
It’s not that house. It’s
the next house, just over
a rise. The house
where trees are laden with
fruit. Where phlox, forsythia,
and marigold grow. It’s
the house where the woman
stands in the doorway
wearing the sun in her hair. The one
who’s been waiting
all this time.
The woman who loves you.
The one who can say,
“What’s kept you?” (R. Carver, Waiting)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...