Panda

Di che classe sei?
Con questa singolare domanda si chiedeva qualche anno fa, forse più di qualcuno, non l’età anagrafica, ma appunto la classe. La scuola non centra niente, centra invece una sorta di rito iniziatico che era in uso allora: il servizio di leva obbligatorio. Il latino, quella lingua che i miei sciocchi studenti affermano non servire a nulla, mi dice che la parola classe significa reclutamento.
Io sono classe 68. Non sono cresciuto coi miti dei Beatles e dei Rolling Stones ne con quelli di Paul Newman e Robert Redford ne tantomeno con quelli di Ferrari o della Fiat 500. Il mito della mia generazione ha un nome che rasenta il “carini e coccolosi” di Pinguini di Madagascar: Panda
Ma affinchè voi non facciate confusione alcuna accampando pregiudizi vari dirò che la Fiat Panda era tutto tranne che carina e coccolosa. Era invece molto più simile al quartetto formato da Skipper Kowalski Rico Soldato. A disegnarla fu Giorgetto Giugiaro ed il suo motore non era altro che un ibrido tra quello della 126 e quello della 127. Fu il motore Fire, uno dei capolavori della meccanica italiana, a dare alla panda la motorizzazione giusta. Nato con cilindrata 903 poi 999 (il Fire 1000) equipaggiò prima la Y10, erede dell A112, poi la Fiat Uno. Sulla Panda arrivo poco dopo con la cilindrata 769 e poi anche con il “mille”.
La Panda… In tutti i miei anni in giro per strade stradine stradacce solo quando il fondo si faceva impossibile per automobili e moto che non fossero nate per specifici impieghi, come le enduro, vedevi comparire lei. Probabilmente non avrebbe avuto lo stesso successo commerciale se l’avessero chiamata Capra, ma difatto nè era la versione meccanica più prossima. Quando finì la produzione e venne sostituita dalle mamme italiane a cui era destinata con automoboli carine e coccolose fini nelle mani giuste: quelle di contadini e pastori che la innalzarono nell’Olimpo delle automobili.
Oggi stavo andando da scuola in officina. Volevo tagliare per le colline che separano Francavilla al mare dalla Val Pescara. Il navigatore mi ha portato per strade di campagna. Quando l’asfalto è venuto meno sotto i miei pneumatici confidando nel tassello ho proseguito. Ero curioso anche perchè alcuni giorni fa mi era arrivata una richiesta di percorso on-off da Roma a Pescara e cercavo qualcosa di non asfaltato nelle prossimità della mia città. All’improvviso fatta una curva ad L in un punto in cui la visuale era impedita da un canneto mi sono trovato su di una discesa con pendenza da brivido. Il terreno è diventato molle sotto i pneumatici e con il crescere della pendenza non riuscendo a vedere la fine della strada alla prima occasione che mi pareva buona ho deciso di fare inversione. Sono rimasto interrato. Ho faticato per più di un quarto d’ora nel tentativo di tirare fuori la moto da quell’impiccio. Quando non mi restava altro da fare che la soluzione più antipatica: gettere la moto in terra e girarla, mi sono voltato e ho visto una vecchia Panda 750 di un verde acqua scolorito. Dentro c’erano due signori che mi guardavano increduli. Uno di loro alla mia richiesta di aiuto è saltato fuori e mi ha aiutato a girare la moto raccomandandomi di tornare indietro e non andare giù perchè la strada era ridotta molto male. L’ho ringraziato di cuore e ho seguito prudentemente il suo consiglio. Mentre risalivo lungo la strada ho visto negli specchi retrovisori che il tizio risalito in macchina gettava la Panda giù per la discesa e quella andava senza problemi. Prima di salutarmi mi aveva chiesto quanto costava la mia moto. Ho detto che nuova costa intorno ai 15.000 euri. Lui era sbalordito. Oggi una panda 750 fire usata è valutata sui 5000 euri se tenuta bene, più di quando la si sarebbe pagata nuova negli anni ’80 e…. va ovunque😂

Un pensiero su &Idquo;Panda

  1. Caro Mario, meno male che c’era qualcuno ad aiutarti. Ed effettivamente si’: la Panda va dappertutto! Negli anni ’90 è stata la mia prima macchina nuova! E’ durata 10 anni di onorato servizio: mi ha portata ovunque, anche nelle scuole più lontane quando ero precaria! Che macchina fantastica!Un abbraccio carissimo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...